L'arte di emozionare: cos'è lo storytelling e perchè farlo

L'arte di emozionare: cos'è lo storytelling e perché farlo

Ispirare fiducia e coinvolgere! Ecco cos’é lo storytelling e come raccontare il tuo brand

Abbattere le barriere tra ciò che fai e ciò che sei, mettere in luce l’anima che c’è dietro il tuo lavoro, porre il “come lo fai” prima del “cosa fai”.

In una parola? Raccontarsi.

È fin dalla notte dei tempi che gli uomini narrano storie per veicolare messaggi importanti, tramandare insegnamenti e coinvolgere. Sono passati millenni da quando gli antichi greci si lasciavano guidare dai miti, nel tempo l’arte di raccontare si è evoluta e trasformata, ma lo storytelling ha continuato ad avere un forte potere sulla mente umana.

Utilizzarlo, infatti, permette a chi sta dall’altra parte di fare un vero e proprio viaggio all’interno del mondo valoriale di un brand, di far conoscere un’attività nel profondo.

Ma cos’è lo storytelling e come trovare le parole e gli strumenti giusti per raccontarsi in modo originale, autentico e professionale? Facciamo un viaggio dietro le quinte di questa tecnica che non smette mai di sorprendere.

Cos’è lo storytelling e perché è così importante?

Cos’è lo storytelling e perché è così importante?

Parlare dell’azienda o raccontarla attraverso lo storytelling sono due modi diversi di comunicare un brand. Si tratta di passare dall’autoreferenzialità al coinvolgimento.

Lo storytelling è l’arte di comunicare ed emozionare attraverso la narrazione, che esce dall’aspetto ludico per diventare uno strumento di visibilità online e offline. Serve a distinguersi, a raccontare non solo chi sei e cosa fai, ma soprattutto come e perché.

Nel definire cos’è lo storytelling, infatti, è imprescindibile parlare di strategia di marketing, la quale trasmette valori attraverso codici emozionali comprensibili.

In sostanza, lo storytelling marketing è una tecnica di comunicazione in cui la storia costituisce il principale ingrediente per arrivare al proprio pubblico e stimolare un determinato desiderio.

Il modo in cui si costruisce la propria storia, diventa quindi la discriminante del successo.

D’altronde, ogni dettaglio, dalla scelta delle immagini, al modo di scrivere sul blog, a quello in cui si risponde a un commento sui social, parla di te e contribuisce a costruire il tuo brand, quella componente intangibile, fatta di percezioni e sensazioni che produce il posizionamento: il concetto che esprime la posizione occupata dal marchio nella mente del potenziale acquirente rispetto ai concorrenti.

Fare storytelling significa quindi farsi guidare da autenticità, empatia e fiducia, valori indispensabili per entrare in connessione con il proprio target, instaurare fiducia, un dialogo (mai un monologo!) e predisporsi all’ascolto per migliorare le proprie capacità di soddisfare i bisogni.

Senza alcun dubbio, un cliente particolarmente coinvolto dalle storie che raccontano il brand, o che promuovono un suo prodotto, si avvicina maggiormente alla marca, si dimostra più fedele, più engaged.

Come costruire una strategia di brand storytelling?

Come costruire una strategia di brand storytelling

Non è necessario essere delle grandi multinazionali. Qualunque azienda, indipendentemente dalle sue dimensioni, da ciò che vende e dalle condizioni di mercato in cui opera può, anzi dovrebbe, usare questo strumento. Anche i liberi professionisti possono farlo, con l’obiettivo di puntare all’autenticità e rendere efficace il loro personal branding.

Ma come progettare una strategia di comunicazione attraverso la narrazione?

Le esigenze di una particolare azienda sono diverse da quelle di un’altra, così come quelle di ogni freelance. Molto dipende dal business e dall’ambito in cui si fa storytelling

Per ottenere risultati concreti, comunque, è importante far parlare una voce, ovvero dar vita a un personaggio (archetipo), che deve essere interessante agli occhi dei clienti, con i suoi pregi e i suoi difetti.

Considerando che il pubblico si deve poter identificare totalmente con il narratore, sarà necessario creare un personaggio non troppo perfetto, che parla delle sue emozioni, racconta una storia, trasmette valori e la sua visione attraverso parole, immagini e video.

Storytelling imprese

È essenziale sempre veicolare un messaggio e, per fare ciò, lo storyteller deve assumere un punto di vista chiaramente identificabile.

Ricorda che lo storytelling è un percorso lento, una strategia nella quale la vendita è l’effetto della fiducia instaurata quando al saper fare (il proprio lavoro) si unisce il far sapere (valorizzare il proprio lavoro). In particolare, il digital storytelling deve adattarsi alle regole del web, quindi essere immediato e articolarsi attraverso più canali come blog, social network, video, e-mail marketing che, se utilizzati nel modo giusto, possono far arrivare la tua attività nel cuore delle persone.

Ora che sai cos’è lo storytelling, se desideri scrivere la tua storia e utilizzare gli strumenti per curarla al meglio e raccontarla in maniera autentica, naturale e coinvolgente, non ti resta che rivolgerti a dei professionisti della narrazione come noi di MGvision: analizzeremo insieme ogni aspetto e progetteremo una strategia cucita su misura per il tuo brand.

Contattaci per avere subito una consulenza, saremo i registi e gli sceneggiatori della tua storia.

Blog

Articoli più letti



Vuoi discutere il tuo nuovo progetto?

Parlano di Noi


  • Il Sole 24 Ore
  • Financial Times
  • Millionaire
  • Ansa
  • Adnkronos
  • Milano Finanza
  • Engage.it
  • Affaritaliani.it
  • Notizie.it
  • Virgilio